S.E.F.F.I.

L’evoluzione del lipofilling si chiama SEFFI ( Superficial Enhanced Fluid Fat Injection ) ed è una scoperta tutta italiana, attestata dalla pubblicazione sulle più prestigiose riviste scientifiche americane.

La conseguenza più visibile dell’invecchiamento della pelle del viso è la perdita di volumi, ossia di grasso localizzato, che comporta anche l’evidenziarsi delle rughe e delle imperfezioni cutanee.

Le zone del volto interessate a questo processo degenerativo sono principalmente due:

  • L’area dello sguardo: fronte, sopracciglia e palpebre superiori si svuotano del loro normale apporto adiposo, evidenziando i tipici segni dell’età tra cui è la comparsa delle occhiaie.
  • Parte inferiore del viso: anche qui, una perdita di volume causa lo svuotamento delle guance e gli zigomi risultano poco prominenti.

Quella che sembra un rilassamento dei tessuti, in realtà è  la perdita di volumi causata dalla  carenza di grasso sottocutaneo.

Le zone “Svuotate” vengono ripristinate con la tecnica del Lipofilling.

Mentre nelle aree del viso il grasso sottocutaneo si riduce  col tempo, nelle parti inferiori del nostro corpo (fianchi, addome, cosce, ecc.) esso è sempre disponibile in abbondanza. Per questo la tecnica del lipofilling prevede il prelievo di grasso dalle zone dove è sovrabbondante per ripristinare i volumi persi nelle superfici del volto.

La finalità è quella di ridonare tonicità, rotondità ed armonia ai tratti del viso, riempiendo il solco delle palpebre superiori, l’area delle sopracciglia e quella delle guance. Tra gli obiettivi principali c’è quello di restituire vivacità e luminosità allo sguardo, eliminando occhiaie e imperfezioni che evidenziano i segni dell’età e danno un’impressione di stanchezza e trascuratezza.

Rispetto ai filler tradizionali,  il lipofilling ha il vantaggio di avere esiti decisamente molto più durevoli e di ricreare un aspetto assolutamente naturale. L’efficacia di questa tecnica la rende una delle più richieste.

Il grasso aspirato viene trattato per rimuovere i fluidi superflui (sangue, anestetico, ecc.) e poi iniettato, sempre con aghi sottilissimi, nello strato superficiale della pelle da trattare. Viene distribuito uniformemente, per evitare accumuli, in aree del viso che fino a poco tempo fa si ritenevano troppo delicate per essere trattate in sicurezza. Soprattutto si eviterà quell’effetto “protesi” e il risultato sarà un viso giovanile e più naturale

Nella maggioranza dei casi è sufficiente una sola seduta, con un eventuale richiamo a distanza di un paio di anni.

 

S.E.F.F.I.

L’evoluzione del lipofilling si chiama SEFFI ( Superficial Enhanced Fluid Fat Injection).
Con questa procedura, il grasso, prelevato viene trattato in modo che le cellule staminali in esso contenute (ADSC) non vengono alterate e nella fase di impianto sono arricchite con il plasma ricco di piastrine (PRP).

Nel SEFFI si utilizzano cannule molto sottili (meno di 2 mm. con fori di 0.5 mm.) e un minor volume di grasso che viene iniettato superficialmente. Anche la durata dei risultati viene notevolmente incrementata perché le cellule staminali continuano a produrre i loro benefici nel tempo. Ma l’aspetto più importante di questa nuova tecnica è che si tratta di una vera e propria terapia di rigenerazione della pelle, che appare più tonica, luminosa e sana. In questo modo si abbina l’effetto di riempimento con quello di rigenerazione della cute, senza lasciare cicatrici come in caso di un lifting.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Leggi la Privacy Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi